Parmigiano Reggiano: una Tradizione Centenaria




Il Parmigiano Reggiano si produce esclusivamente all’interno delle cinque province di Parma, Reggio Emilia, Modena, Mantova e Bologna. Solamente in questo territorio crescono le 63 erbe spontanee che costituiscono l’alimento delle bovine coinvolte nel processo di produzione del “Re dei formaggi”.

L’origine di questo formaggio risale a circa 900 anni fa e la si attribuisce all’operosità dei monaci benedettini e cistercensi. In breve tempo, in questa zona circoscritta dell’Emilia si diffuse la produzione di un formaggio a pasta dura, ottenuto dalla lavorazione del latte in ampie caldaie in rame.

Il Parmigiano Reggiano nel corso dei secoli non ha cambiato le modalità produttive di base ma ancora oggi come nel Medioevo la produzione avviene, negli stessi luoghi, all’interno di grandi caldaie in rame, in modo naturale totalmente artigianale.

Il processo di caseificazione formaggio avviene utilizzando solamente il latte della zona d’origine, caglio di origine animale, sale; senza l’utilizzo alcuno di additivi o conservanti.

La genuinità del prodotto è garantita da più di novant’anni da precise norme e rigorosi controlli  ed è salvaguardato da più di settant’anni dal Consorzio che ha il compito di garantirne la qualità e di tutelarne il mercato.